Origami Design

design

Origami, letteralmente l’arte di piegare (ori) la carta (kami), è un’antica pratica giapponese. Le sue origini sono strettamente legate alla religione shintoista (le parole “carta” e “dei” si pronunciano infatti nella stessa maniera: kami), in cui semplici strisce di carta venivano piegate in forme geometriche (gohei) e legate a un filo o una bacchetta per delimitare gli spazi sacri.

Al giorno d’oggi questa forma d’arte sta tornando di gran moda per le linee pulite e semplici che si creano piegando un foglio di carta, in grado di raccontare in modo essenziale forme anche complesse e articolate quali potrebbero essere animali o fiori. Molte discipline stanno infatti prendendo spunto dagli origami: architettura, design, moda e grafica per citarne alcune.

Possiamo così ritrovarne linee e geometrie in moderni edifici: siano essi privati, come questa casa australiana progettata dagli architetti  McBride Charles Ryan, che pubblici, come il terminal del porto internazionale di Yokohama dello studio londinese Foreign Office Architects. Queste strutture sembrano enormi fogli ripiegati più volte a formare superfici spigolose e articolate, creando un particolare gioco di volumi.

Per il rivestimento degli interni vi segnalerei delle moderne mattonelle realizzate dallo studio di design Raw-edges, che per Mutina ha riprodotto gli effetti della carta piegata nelle piastrelle in gres porcellanato “Folded”: le linee di piegatura diventano quindi un pattern elegante che crea un sobrio movimento delle superfici.

Tavoli, sedie, lampade… anche l’arredo si forma così grazie alla piega di un foglio, formando delle soluzioni a dir poco originali e dal gusto assai moderno.

È il caso di “Gorge”, questo tavolino da caffè del designer Ramei Keum in acciaio verniciato. Un unico foglio, piegato su se stesso, a formare una superficie d’appoggio e allo stesso tempo un vano porta riviste o libri.

Una sedia ideale per spazi moderni, adattabile sia a zone riservate al lavoro come una sala riunioni che alla famiglia come una sala da pranzo: è la “Vertex Chair” progettata per l’azienda spagnola Vondom dal famoso designer Karim Rashid.

Per quel che riguarda l’illuminazione ci sono svariati modelli ispirati all’origami, molti anche fai da te proprio grazie alla proprietà traslucida della carta: qualche piega mirata, una lampadina e il gioco è fatto (…magari ne farò un articolo!).
Ikea stessa aveva messo in commercio una serie limitata di lampadari ispirata all’origami realizzata in collaborazione con Artrebels. Io stessa non ho potuto fare a meno di comprarne uno tanto erano carini: l’unica pecca è che non sono molto luminosi, meglio quindi se disposti in un angolo per creare atmosfera. Secondo le mie ricerche sembra che la serie “Bråkig” (che comprendeva anche splendidi cuscini, tazze, vassoi, carta da parati ecc.) si possa ancora comprare su questo sito.  Io ci faccio ancora qualche pensierino!

Brakiglightred

Dovendo sciegliere qualcosa di più raffinato ed elegante opterei invece per la lampada “Fukurou”, progettata da Issey Miyake per Artemide. Creata con un tessuto di materiale riciclato che ha una trasparenza luminosa superiore a quella della carta, questa lampada (facente parte di una serie intitolata “IN-EI“, letteralmente “ombreggiatura”, dal giapponese) mantiene perfettamente la sua forma, senza necessitare di alcuna struttura interna. Nel caso in cui poi non venga utilizzata è facilmente ripiegabile e può essere riposta evitando sprechi di spazio.

Alla mia lista non può mancare un bel cuscino per il divano: sembra un foglio stropicciato ma in realtà segue linee geometriche ben precise: è il “geo origami”, design Mikabarr, da abbinare alla sua coperta coordinata!

Per finire di “arredare” questa casa di origami propongo altri due oggetti: un vaso assemblabile in cartone ripiegato (che contiene un bicchiere per l’acqua) realizzato dal duo tedesco di Snug.studio e un fantastico fermaporta a forma di aereo di carta… non a caso giocando coi bambini quei delicati “aggeggi” vanno sempre a finire sotto lo stipite della porta: geniale!!

Potremmo parlare ancora molto di grafica, moda, pubblicità, arte e altro ancora ma rischierei di dilungarmi troppo e non riuscire più a finire questo articolo! Vi consiglio quindi di fare un salto sulla mia cartella Pinterest dove ho cercato di selezionare per voi alcuni tra i più significativi esempi di design ispirati all’origami!

A presto!

Fonti:
http://www.artemika.com/design/vertex-chair/
http://www.rameikeum.com/home-main.html
http://www.artemide.com/prodotti/scheda-architectural.action?data.catalogoId=0&idSubfamily=2109984
http://www.dezeen.com/2012/12/21/snug-cardboard-vases-by-snug-studio/
http://www.blogdecodesign.fr/gadget/un-avion-pour-bloquer-les-portes/
http://www.mutina.it/overview.php?lang=ita&collection=11

Annunci

2 pensieri su “Origami Design

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...