Un mobile senza budget

fai da te

heademobile

Chi è senza soldi non ha più scuse per non arredare casa!!
Oggi ho intenzione di raccontarvi come realizzare un armadio funzionale con un budget molto limitato!  Certo non è un armadio che durerà per il resto della vostra vita ma il mio regge da più di un anno (e non dà gravi segni di cedimento) nonostante le visite curiose dei miei mille cuginetti delinquenti che si divertono ad aprilo e chiuderlo in continuazione!

Dopo il trasloco nella mia nuova casetta mi sono ritrovata con una gran quantità di scatoloni vuoti e nessun armadio dove riporre il loro contenuto…un bel grattacapo! Fortunatamente nella “casa dei tonni” abbiamo un corridoio sufficientemente largo per poter accogliere un armadio e quindi ho deciso di realizzarne uno fatto con tutti quegli scatoloni vuoti.
Quel che serve principalmente è precisione e attenzione, poi se volete renderlo particolare come il mio servirà anche un po’ di creatività e tempo…

Il concetto di per sé è molto semplice: ho usato uno scatolone come modulo per creare i vari ripiani e scompartimenti. Sfruttando gli scatoloni per il loro lato più lungo li ho disposti uno sopra l’altro fino ad aver raggiunto l’altezza che desideravo. Se non avete capito bene ecco un piccolo schizzo esplicativo.Elisa Viotto - prog

Curiosi??Vediamo come sono riuscita ad ottenere questo singolare ed economico esemplare di arredamento!
Sappiate inoltre che il cartone oltre ad essere molto apprezzato dai senzatetto (!!!) in questi ultimi anni è assai studiato per le sue infinite potenzialità anche da architetti e designer! Quindi spendendo qualche centesimo potrete realizzare un mobile  ispirato al design moderno senza doverlo comprare a cifre esorbitanti: un’ottima cosa no?!
Vediamo quindi di metterci all’opera…

Materiali:
– scatoloni di cartone (i miei sono 35 x 35 x 45 cm circa)
– scotch
– colla vinilica
– taglierino affilato
– riga
– tubi di cartone
– 2 assi di legno

Procedimento:

Fase 1: costruire il primo modulo

  1.  Per ottenere le ante del mio armadio ho tagliato con riga e taglierino le due ali lunghe della parte frontale dello scatolone. Se avete degli scatoloni nuovi, quindi ancora non “tridimensionali” e privi di pieghe vi consiglio di eseguire quest’operazione prima di costruire lo scatolone in quanto il taglio verrà più preciso e il profilo dell’anta sarà più pulito. Mettete quindi da parte i due rettangoli ottenuti.Elisa Viotto - A2
  2. Tagliate, sempre con riga e taglierino, anche uno dei lati corti e conservatelo.Elisa Viotto - A1
  3. Costruite lo scatolone normalmente: con lo scotch unite le due ali lunghe del fondo in modo che non si apra e se volete per dare più stabilità all’armadio utilizzate la colla vinilica o per incollare le ali corte all’interno (oppure utilizzate lo scotch). Il risultato è uno scatolone quasi senza coperchio, vi rimane solo un rettangolo corto da un lato.


  4. Riprendo i 2 rettangoli lunghi che abbiamo ritagliato prima. Li dispongo in modo da far combaciare i due lati lunghi tagliati a macchina dai fabbricatori in quanto son  più precisi e puliti: unendoli si noterà solamente una piccola linea. Volendo posso aiutarmi con dello scotch carta per tenerli precisi. Appoggio al piano di lavoro lo scatolone con il lato dell’ultima aletta rimasta verso il basso. Ricopro l’aletta  di colla vinilica nella parte esterna che quindi ora dovrebbe poggiare sul tavolo di lavoro. Pongo al di sotto i 2 rettangoli che avevo unito facendo attenzione che siano ben allineati con gli altri bordi dello scatolone. Utilizzo dei pesi (ad esempio dei libri) per far aderire bene le 2 superfici ed attendo che la colla faccia presa fino a completa asciugatura.Elisa Viotto - A4

Il primo modulo è completo! Ora realizzatene quanti ve ne servono in base al vostro progetto! Consiglio di non superare un’altezza massima di 4 moduli per evitare problemi di instabilità.  Vediamo ora come assemblare il tutto..

Fase 2: assemblaggio dei moduli e chiusura delle ante

  1. Dispongo tutti i miei moduli in modo tale che le ante si aprano tutte nella stessa direzione. Con la colla vinilica inizio ad assemblarli. Basterà stendere la colla nel lato rivolto verso l’alto del primo scatolone, applicandoci il secondo sopra. Mettete dei pesi per far aderire bene le 2 superfici e portate un po’ di pazienza fino a quando la colla non sarà completamente asciutta. Consiglio di andare per grado possibilmente, realizzando una nuova serie di moduli composti da 2 o 3 scatoloni massimo (ad esempio seguendo il mio progetto avrò bisogno di 14 moduli singoli, ne ho realizzanti quindi 7 composti da 2 scatoloni ciascuno)Elisa Viotto - B1
  2.  Passo quindi all’assemblaggio orizzontale procedendo nello stesso modo avendo però un’accortezza: non stendete la colla vinilica fino al bordo frontale, lasciate una fascia priva di colla di almeno 6-7 centimetri (successivamente capirete il perché!!). Combinando i vari moduli e sottomoduli secondo il progetto abbiamo quindi ottenuto il nostro mobile. Noterete però che le ante rimangono aperte… Ora rimediamo!Elisa Viotto - B2
  3. Riprendiamo il piccolo rettangolo avanzato nella realizzazione dei primi moduli singoli. Da quel pezzo di cartone ritaglio con il taglierino una striscia di lunga approssimativamente 15 cm e alta 5 cm. La piego a 10cm ottenendo quindi una “L”.
    Con dello scotch carta mi aiuto a fissare la “L” internamente all’anta del modulo. Faccio attenzione che aprendo e chiudendo la porticina si infili agevolmente nella fessura che ho lasciato senza colla tra i due moduli. Incollo quindi il lato lungo della L all’anta, preferibilmente in alto per agevolare l’apertura e la chiusura. Procedo così per ogni modulo del mio armadio. (Per evitare che la porticina si pieghi se volete potete utilizzare la rimanenza del piccolo rettangolo per rafforzare l’anta incollandolo all’interno a cavallo dei 2 rettangoli lunghi.)Elisa Viotto - B3_4

Il mobile è completo. Io però ho deciso di rialzarlo da terra per essere più comoda e renderlo meno pesante alla vista.

Fase 3: i piedini di sostegno

  1. Con dei tubi di cartone abbastanza spesso (i miei sono di recupero e hanno uno spessore di circa 1 cm) realizzo dei piedini alti circa 10 cm e altri alti 11.5 cm. Ogni piedino andrà a cavallo di 2 scatoloni: uno davanti (quello da 11.5) e uno dietro (quello da 10). Questa pendenza verso il muro darà più stabilità al mobile: dato che il fondo degli scatoloni, avendo più strati di cartone, cede meno facilmente rispetto alla parte frontale, questo accorgimento mantiene verticale il mobile. Con un seghetto o una sega da falegname taglio a misura tutti i piedini.Elisa Viotto - C1
  2. Prendo 2 assi di legno (che possono essere ad esempio delle vecchie perline, tanto non si vedono) e le taglio della stessa lunghezza del mobile. Le incollo una davanti e una dietro a filo sotto al mio mobile.Elisa Viotto - C2
  3. Facendomi aiutare dispongo i piedini sotto ogni giuntura dei miei scatoloni poggiandoli sul legno. Successivamente uno a uno li incollo con la colla vinilica. Il loro bordo spesso accoglierà facilmente la colla che andrà ad aderire perfettamente alla superficie del legno.Elisa Viotto - C3

Ora il mobile è davvero concluso! Se volete potete decidere di dipingerlo con i colori che più vi piacciono, con dei disegni delle fantasie o in tinta unita…sbizzarritevi! Io ho deciso di realizzare una fantasia a triangoli e dato che il mobile si trova in un corridoio di passaggio che mette in comunicazione diverse stanze (ognuna caratterizzata da colori diversi), ho deciso di riempire ogni triangolo con gli stessi colori delle stanze senza però nascondere il colore naturale del cartone. . in questo modo ho realizzato qualcosa di singolare che ben si sposa con il resto della mia casetta diventando chiave di continuità tra una stanza e l’altra.

Buon lavoro e… spazio alla creatività!
Qui si risparmia!!

Elisa Viotto Mobile no budget1

Elisa Viotto Mobile no budget2

Elisa Viotto Mobile no budget3

Annunci

2 pensieri su “Un mobile senza budget

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...